1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie – Salò 29/30 Settembre 2018

Tutti in Fila!!

1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie

In esclusiva per i nostri lettori ecco il resoconto del 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie, scritto dal nostro Freelance Michele Landi!!

Salò – Sabato 29 e domenica 30 Settembre 2018

Ci eravamo lasciati al 1o Raduno Nazionale Lambretta LUI con la domanda “a quando il prossimo?” posta direttamente all’organizzatore ed anima pulsante del Lambretta Club Milano, Vittorio Tessera.

La risposta non ha tardato ad arrivare con un evento, il 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie, di ben due giorni, organizzato, questa volta, sul Lago di Garda, nello specifico nella città di Salò, con partecipazione aperta anche ad un pubblico estero.

Vittorio Tessera voleva ricreare qualcosa che richiamasse i vecchi raduni Lambretta Club, ovvero un evento semplice, conviviale ed aperto a tutti gli scooteristi. Unica limitazione? Essere in possesso di una Lambretta modello 1a Serie.

Rust is not a Crime!

Ma veniamo al 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie:

Per motivi logistici e di comodità, scelgo di partire il venerdì, in modo da essere a Salò nel primo pomeriggio. Questa volta dovrò fare lo “scooterista comodo” e, ahimè, caricare la Lambra sul furgone. Andando al Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie con un TV 175 era impensabile percorrere quasi 900km tra andare e tornare e, con tanto di borse e fidanzata al seguito, opto per la soluzione più semplice.

Non vi sto a raccontare molto sul giorno del venerdì, mi limito a dire che, sbrigate le pratiche di parcheggio del furgone, prese le chiavi della stanza e scaricato il mezzo, io e la mia ragazza ci siamo messi a fare un po’ i turisti per Salò, girando quasi tutta la cittadina gardesana, a nostro avvisto molto bella ed accogliente.

Made in Citanò!

L’indomani (sabato 29) ci svegliamo di buon’ora ed andiamo a fare colazione in hotel.

La nostra idea era quella di seguire il programma che Vittorio Tessera e Marco Cavallini di EmmeCi Eventi avevano preparato per noi appassionati, ovvero arrivare sul lungolago dove era la registrazione degli iscritti e lasciare il mezzo in mostra, in modo da avere la mattinata libera per girare nella zona pedonale.

Nell’iscrizione al 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie, oltre ai classici buoni colazione / pranzo ecc, era compreso anche il nuovo libro di Vittorio, numerato e da lui autografato, proprio dedicato alla 1a Serie.

Chi si iscriveva, inoltre, aveva la possibilità di richiedere un modellino fatto a mano, della Lambretta 1a Serie, con nome e cognome del proprietario e perfino il numero di telaio del proprio mezzo stampato sulla basetta del modellino stesso, un oggetto in tiratura limitata realizzato appositamente per l’evento, in quanto lo stampo utilizzato per la fusione è stato poi distrutto, in modo da non poter replicare ulteriori pezzi.

Nel pomeriggio era in programma la visita al Vittoriale degli italiani di Gardone Riviera, quindi partenza dal lungolago tutti insieme ed arrivo in parata percorrendo circa 5/6 km in sella ai nostri scooter.

Arrivati, entriamo a gruppi all’interno del complesso museale in memoria della vita e delle gesta del poeta-soldato Gabriele d’Annunzio, con una guida messa a disposizione dalla Fondazione del Vittoriale stesso.

Finita la visita, ci rimettiamo in sella alle nostre Lambrette per tornare a Salò, seguendo un percorso più turistico rispetto a quello di andata, guidati da Marco Cavallini che, sulla sua MV Agusta 175cc, ci fa da apripista, facendoci godere dello splendido panorama che dalle colline si staglia sul Lago di Garda.

Qui voglio fare un plauso speciale sia a Marco, che a tutto il Lambretta Club Milano che, organizzando ogni dettaglio del Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie nei minimi particolari, ha fatto sì che funzionasse tutto senza intoppi e senza “momenti morti”, risultato affatto scontato, specie in manifestazioni del genere, cui partecipano tanti mezzi e tante persone diverse, non solo per età, ma anche per cultura scooteristica.

La domenica, giornata clou del 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie, parte con il solito ritrovo sul lungolago.

Arrivo con la Lambretta e trovo già diverse decine di mezzi parcheggiati, ancor più numerosi rispetto al giorno prima. Molti mezzi con targhe estere danno conferma del fatto che l’originalità dell’evento sia stata recepita anche fuori dall’Italia.

A metà mattina partiamo per il giro, che, questa volta, è di circa 20/25km, ma, prima di giungere alla tappa principale, ci concediamo una breve sosta con aperitivo sulle colline sovrastanti Gardone, che ci regala una magnifica vista su tutto il Lago di Garda. Da notare che sia il sabato che la domenica il tempo soleggiato e caldo, quasi come d’estate, ha fatto sì che questo 1° Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie fosse ancora più bello.

Dopo la “sosta aperitivo” ci dirigiamo verso la Valle delle cartiere passando da Toscolano Maderno ed entrando direttamente nella valle con in nostri mezzi attraverso alcune gallerie scavate nella roccia. Giungiamo al museo della carta di Toscolano, dove ad attenderci ci sono i vecchi operai della cartiera, in veste di guide: interessante visita all’interno del museo e pranzo con buffet al sole per tutti i partecipanti.

Che Culi!!

Purtroppo il tempo scorre veloce ed è già ora di ripartire, sono le 15.00 e il Raduno Nazionale Lambretta Prima Serie giunge al termine ma la gente è talmente contenta che non ha assolutamente voglia di dare un calcio alla pedivella e cerca di tirare tardi! Volenti o nolenti, dobbiamo caricare tutto e ripartire, considerando anche che ci aspettano molti chilometri da percorrere in autostrada e tre regioni diverse da attraversare.

Nel salutarlo e ringraziarlo ancora per l’evento, non posso evitare di porre alcune domande a Vittorio Tessera sui prossimi eventi o appuntamenti in programma o in studio…sorridendo, si limita soltanto a dire : “Ci saranno grandi novità”.

Vedremo, dunque, cosa avrà in serbo per noi Mr. Lambretta!

Michele Landi

Tags:

  • mm

    Da quasi 20 anni "on the Road" tra Vespe & Lambrette. Una passione Infinita fatta di Km, mani sporche di grasso e goliardia; il tutto a ritmo di Northern Soul, Ska, Britpop & Punk! Fondatore dell' Anonima Scooterboys, ex Membro dei Green Onions SC.

  • Show Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

comment *

  • name *

  • email *

  • website *

Ad:

Scooter Center 25 Years - PURE SCOOTERING SINCE 1992