Reggae Buddies! An interview with…. Luca & Franz

Reggae Buddies – Interview!

Prosegue dopo uno stop di qualche mese la nostra missione di farvi conoscere i migliori Djs della scena scooterista Italiana. In questa puntata è arrivato il turno di un duo “alla Jamaicana”, per la precisione i Reggae Buddies, Marchigiani di Estrazione Skinhead! Questo duo è composto da 2 faccie conosciute… sono Franz e Luca! Qui trovate la Loro Pagina FB per Seguire gli Eventi!!

SCOOTERISMO – Ciao ragazzi! Sono molto contento di scrivere qualche riga sul vostro progetto Reggae Buddies! Come possiamo dedurre dal nome le sonorità predilette sono Jamaicane… Come vi siete conosciuti e Cosa vi ha spinto a fondare questo Progetto?

REGGAE BUDDIES – L/F : Salve scooterboys e girls…..Innanzitutto, grazie a voi bestiaccie per l’intervista ed il pensiero. Ci siamo conosciuti 18 anni fa ad un concerto ska, non ricordiamo di chi……….(chissa come mai!!!). Dopo qualche anno di frequentazione, abbiamo deciso di iniziare a promulgare la nostra passione per la musica jamaicana e lo stile british anni 60 organizzando serate nei localini delle nostre zone.Vista la risposta positiva abbiamo deciso che serviva un nome…. e quale meglio di REGGAE BUDDIES (canzone skinhead reggae a noi cara).

SC- Da sempre (o quasi…) si arriva allo Scooterismo dopo avere frequentato soprattutto movimenti Mods, Skins & Ultras. Da sempre ottimi bacini di utenza! Qual’è stato il vostro percorso?

RB- L/F : Arriviamo tutti e due dalla scena skin. Avendo frequentato anche raduni mod, il percorso, come dici tu è stato quasi automatico. Apparteniamo tutti e due al THUNDERBALLS S.C.
Luca : è da poco che la frequento anche se la vespa ce l’ho sempre avuta e per via del lavoro (ristorazione) la mia possibilità di frequentazione è stata sempre ridotta. Negli ultimi anni con un pò più di tempo a disposizione ho iniziato a seguire la scena e devo dire che mi sono trovato come a casa anche grazie ai Thunderballs.
Franz : è dal 1999 che frequento la scena scooteristica, dopo un anno fondammo lo scooter club Thunderballs e da lì non mollai più (un ringraziamento va al mio zietto Fossi…devo a lui la passione per la scena)

SC- Come vi approcciate al Disco e quindi al Set? Siete dei diggers maniacali oppure vi rivolgete anche al mercato online? Siete dei fanatici di stampe originali, blank etc oppure usate anche ristampe 70’s, 80’s, 90’s curando di più il rapporto con il vostro pubblico, di fatto, facendo ballare?

RB- ………..ahahahah …… Iniziammo a comprare i dischetti quando i prezzi erano normali (per non dire bassi)….. e quando ancora non andava di moda…. nel frattempo…. i prezzi sono saliti alle stelle e il vinile è diventato una mania.
La missione dei Reggae Buddies è quella di far divertire la gente, farla ballare e fargli conoscere la nostra cultura (a chi non ne sa niente). Alle nostre prime serate alla Fun House tattoo eravamo in 15 …. ma ci siamo sempre divertiti. Negli anni però , le cose sono migliorate a vista d’occhio ed è stato uno stimolo a far sempre meglio.
Non siamo fanatici, collezionisti, puritani, vogliamo solo che la gente si diverta con noi… perchè il finale è sempre lo stesso…. Baldoria e molestia. Attualmente organizziamo serate nelle Marche che riscuotono un gran successo.

SC- Di solito, avendovi sentito più volte girare i dischi, Boss Sound, Rocksteady, Ska la fanno da padrone & la vostra bandiera è di ispirazione Crab Records, quali sono i vostri musicisti preferiti? … e quali sono gli altri “amori” musicali che avete?

RB- Luca : Per me è difficile trovare un artista preferito, ne sono tanti, ma facendo un nome tra tutti Prince Buster dallo ska all boss sounds è in cima alla lista. Essendo skin l’oi! è stato importante, ma il punk 77 è il mio genere preferito dopo la musica jamaicana, ultimamente mi sto avvicinado al northern soul.
Franz : adoro lo skinhead reggae e l’early reggae, anche io come Luca arrivando dalla scena rasata dico che il mio primo amore è il punk 77. Il northern soul mi sta facendo innamorare. Artisti preferiti difficile da mensionare, quello che mi ha fatto conoscere la musica jamaicana fu Desmond Dekker che vidi in concerto nella fine degli anni 80 o primi 90 a Recanati. A lui devo quello che sono adesso.

SC- Quali sono i Colleghi che vi hanno più impressionato ai piatti (per impatto, sapienza, selezioni e “presenza scenica”) e chi sono gli Emergenti del panorama Italiano?

RB- Siamo legati con tutti indistintamente, non è una gara per chi ha più dischi o è più figo. A livello musicale Carella e Tamiazzo sono grandi, non sbagliano mai un pezzo (non ci dimentichiamo del nostro Andy nazionale…un pezzo di cuore è per lui). Per il soul abbiamo tra i migliori in europa e nominarne qualcuno sarebbe blasfemo. Le giovani leve?????? Noi……………. però siamo affezionati al vicepresidente Frasson anche se del nord italia . . . ahahahah!!!
la presenza scenica ….behhh…tocca ruffianasse con te Gegio (anche se metti solo ristampini)!!!  ahhhhhh!! (MERDE NdR)

SC – Passando al discorso dei nostri amati mezzi di ferro a marce, che scooters avete in garage? Qual’è il vostro modello preferito di Lambretta/Vespa? Quale tipo di Elaborazione/Personalizzazione dello Scooter preferite o sognate di realizzare?

RB- Franz : dopo avermi dato via il Gs …..con un pezzo di cuore andato, il mio restante è per il px 150……km,km,km senza fiatare. Sono anziano e voglio la comodità. Che poi abbia dei sogni nel cassetto per la vespa sprint è un altro discorso. Ogni tanto provo a pensare alla lambrettina ….. ma ancora non sono pronto……………..
Luca : io amo tutte e due..il mio primo mezzo e’ stato il px e sono stato sempre fedele..(quando “ero ragazzino” mi ricordo di mio padre che la mattina mi raccoglieva la vespa in giardino sdraiata sull’erba perche tornavo ubriaco) ma ho anche una lambretta special che mi ha fatto innamorare e tra le lambrette è il mio modello preferito.
Noi abbiamo delle mancanze per quel che riguarda le elaborazioni anche se ci piacciono (basta che ci riportano a casa).

SC- Siete di quelli che quando vi chiamano a girare i dischi ad un raduno vanno in macchina o si caricano la Vinyls Box nel portapacchi e partono all’avventura?

RB – I dischi in sella non li carichiamo , solitamente i nostri viaggi sono di alto livello alcolico (la bottiglia di mistrà per Fossi che ci portammo a Ferrara lo scorso anno arrivò quasi vuota). Ma se qualcuno ce li porta in macchina , logicamente si va in sella.

SC- Concludendo, dove possiamo ammirare i Reggae Buddies all’opera nei prossimi mesi? Vi Ringraziamo del tempo che ci avete dedicato e speriamo di potervi tastare dal vivo al più presto! Buona Strada!

RB – Abbiamo avuto un inverno intensissimo dalle nostre parti ed al momento vorremmo rilassarci aspettando la primavera(sarà dura). Sarete i primi a sapere novità.
I Nostri ringraziamenti vanno a Gegio e Parola per averci intervistato e fatto ubriacare di lunedì. Un grazie a tutta la scena scooteristica italiana che nel bene o nel male, continua a darci grandissime emozioni. La gioia di aspettare la mattina per salire in sella con bagagli e macinare km solo noi la possiamo capire. Noi ed i nostri fegati aspettiamo con ansia la nuova stagione ………KEEP THE FAITH.
Non possiamo non ringraziare infine i nostri compagni di avventura THUNDERBALLS S.C.

SC- Compilate la vostra Top 10 Reggae Buddies a cui dedicheremo una playlist sul nostro canale youtube!!

PS: mandatemi qualche foto delle vostre faccie di cazzo!

TOP TEN NON IN ORDINE DI PREFERENZA:

Tags:

  • mm

    Da quasi 20 anni "on the Road" tra Vespe & Lambrette. Una passione Infinita fatta di Km, mani sporche di grasso e goliardia; il tutto a ritmo di Northern Soul, Ska, Britpop & Punk! Fondatore dell' Anonima Scooterboys, ex Membro dei Green Onions SC.

  • Show Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

comment *

  • name *

  • email *

  • website *

Ad:

Scooter Center 25 Years - PURE SCOOTERING SINCE 1992

You May Also Like