Dolomiti Experience Lui Tour 2022

DOLOMITI EXPERIENCE LUI TOUR 2022

Dolomiti Experience Lui Tour 2022 – Un anno passato veloce come un fulmine, sembra infatti solo ieri che eravamo in sella ai nostri Lui per la precedente edizione del Lui tour! Per questa, gli organizzatori, Bruno “Pisa” Pisaniello di Scooter Italiano e Fabio & Alan del TV Scooter Garage, hanno finalmente deciso di eliminare il limite dei 50 partecipanti. Come dichiarato da Bruno: “Abbiamo dovuto farlo o saremmo stati linciati!”. Il motivo era dettato dalla disponibilità di posti letto nelle strutture, il decadere di questo divieto ha fatto lievitare il numero delle iscrizioni a 72 appassionati dello “scooterino” disegnato da Bertone. Per chi non lo sapesse, il Lui tour è aperto esclusivamente ai modelli della gamma Lambretta Lui, con la sola eccezione della J50 Custom di Kimberly Orton, già presente alla prima edizione, dove gli scooter erano soltanto 12.

C’è posto?

Frase migliore per descrivere il Lui tour non ci potrebbe essere. Il crescente numero di scooteristi che vogliono prendere parte a questo evento cresce di anno in anno, e anche questo molti sono rimasti fuori. Una piccola differenza rispetto alle edizioni passate è l’utilizzo del medesimo albergo per entrambi le notti. Mossa che ha reso più semplice lo stoccaggio dei bagagli ed I vari aspetti della logistica. Oltre a questo, una delle parti più complicate dell’organizzazione è di sicuro trovare strutture in grado di ospitare tutti per un solo weekend proprio nel periodo dove si passa da bassa ad Alta stagione. Molti hotel richiedono infatti soggiorni di una settimana, cosa che ha reso complicato e, perchè no, fortunato, selezionare il “Campo Base”.

Per questo Dolomiti Experience Lui Tour 2022 la partenza è prevista, a turno, presso una delle officine organizzatrici, quest’anno è toccato al TVSG, che ha cominciato ad accogliere Lambrettisti da ogni parte di Italia ed Europa già dal Giovedì! Nervesa della Battaglia, nel Trevigiano, ha un ottimo Bar Ristorante, L’Ultima Spiaggia, che conosce molto bene la natura casinista e turbolenta degli Scooteristi che scelgono spesso di arrivare per comodità già un giorno prima della partenza. Al nostro arrivo, nel piazzale del TV Scooter Garage, ci sono già una marea di Lui parcheggiati, mentre I proprietari si rinfrescano all’ombra per combattere la calura micidiale! Il meteo a questo tipo di eventi può fare la differenza, guidare 250km sotto l’acqua battente non è mai piacevole anche di fronte a panorami che lasciano senza fiato come le Dolomiti. Dopo le lamentele dell’anno prima, si è scelto di ridurre le distanze e di aumentare le soste Eno Gastronomiche, in modo da facilitare anche il rientro a casa la Domenica. Come tutti, anche io ho controllato freneticamente le previsioni del tempo prima della partenza, visto che erano previsti temporali che fortunatamente non si sono mai materializzati!

Scommetto che stavano dicendo: SOTTTTTOOOOOOOOO!!

Come sapete, l’Italia è in una morsa di caldo terribile, con temperature oltre I 35°, cosa che non gioca di certo a favore dei nostri Scooter! Il Giovedì scorre tranquillo, gli scooteristi fanno gli scooteristi, con inevitabile assedio del bar. In tarda serata continuano ad arrivare molti dei partecipanti, tra I quali anche il contingente Britannico con la Squadra Corse Salvin, Tom Petch e lo York SC e Mark Kelly, direttamente dall’Isola di Man. Insieme a noi il mitico Scott Muir, aka Scottie too Hottie da Glasgow, volato direttamente a Bologna e quindi pronto a ritirare il suo Lui One35 direttamente al Rimini Lambretta Centre. La “serata” prosegue selvaggia come nelle ultime 2 edizioni, decidiamo di andare in branda alle 2, mentre la festa è ancora in pieno svolgimento!

La partenza per la prima tappa di questo Dolomiti Experience Lui Tour 2022 è fissata, solo virtualmente, alle 8 del mattino e prevista a piccoli gruppi, in modo da non intasare le strade, contrariamente a quanto successo nelle prime edizioni. Molti si lanciano subito in pista una volta ritirata la busta dell’iscrizione che conteneva, tra le altre cose, un dettagliato road-book. I più organizzati si distinguevano dai supporti con cellulare aperto su google maps o GPS sul manubrio; molti, incluso noi, si sono limitati a seguire quelli davanti. Ora, non sono di certo un boy scout, ma seguendo la posizione del sole ero certo che stavamo andando verso sud, mentre le montagne sono a nord, situazione che mi ha causato qualche dubbio… Dopo 20 minuti, il tour leader in testa al gruppo si ferma e chiede come mai tutti lo stavano seguendo…. Dopo un’ inversione di rotta e qualche km in più, ci troviamo finalmente sulla giusta strada verso le Dolomiti, ricollegandoci al gruppone con I carri scopa!

Ucchio !

Potere al Popolo.

Per coloro che seguono attivamente I social non sarà una novità apprendere del crescente interesse verso le bistrattate Lambretta Smalframe, grazie soprattutto alle decine di elaborazioni finalmente disponibili sul mercato. Oltre al famosissimo catalogo Casa Performance, si sono uniti alla festa il SuperLui e la gamma Gran Turismo, portando I motori originali da 1.5CV a potenze in grado di tenere il passo delle sorelle più grandi. Non è più utopia vedere dei Lui tenere I 100/110kmh orari di media su strada! Quest’anno, gran parte dei veicoli sono equipaggiati con I Casa75 o I CP One35, anche perchè le soluzioni One05 e GT110 sono diventati disponibili solo nell’ultimo mese…

I mezzi più esasperati che hanno preso parte a questo Dolomiti Experience Lui Tour 2022 sono I 135cc del TV Scooter garage, in grado di offrire prestazioni da TS1, il SuperLui di Thomas Dipauli e, dulcis in fundo il Mega-Vega di Micky RLC, equipaggiato con un mostruoso SSR 265cc a Liquido, con ben 60CV. Fortunatamente quest’anno nessun 50cc originale ai nastri di partenza. L’unica pecora nera era rappresentata da un 60cc casalingo con pistone Gilera, puntualmente bucato il giorno seguente, senza nessun ricambio disponibile per ripartire… La prima sosta prevista era il birrificio Pedavena, già presa d’assalto dai primi arrivati. Svariati i problemucci emersi, tra cui l’inevitabile rottura del tamburo posteriore che ha colpito uno sfortunato scooterboy, in grado comunque di ripartire in pochi minuti grazie ai ricambi disponibili.

Devo dire in proposito che uno degli aspetti che più colpisce ad ogni edizione del Dolomiti Tour è il senso di appartenenza e fratellanza tra I partecipanti. Al minimo problemi sono tutti pronti ad offrire aiuto, compagnia e attrezzature in attesa dell’eventuale carro scopa. Anche perchè ogni sosta diventa subito pretesto per fare I cazzoni e scattare foto vergognose!

Il pieno signore?

Una delle pecche delle Lambretta Lui è di sicuro il serbatoio: “stronzo” è dire poco. La capacità di soli 5 litri non aiuta, soprattutto se si hanno cilindrate superiori ai 50cc o 75cc, sopra le quali è consigliabile portare una tanica di emergenza. Oltre a questo, il rifornimento diventa un odissea a causa della forma del foro sotto il tappo che non consente di certo rifornimenti stile formula 1, a meno che non vogliate fare una doccia di benzina. Ecco, adesso immaginate fare una sosta con 70 Lui in fila per il pieno…

L’itinerario continua a stupire e a salire di quota fino al Passo Croce D’Aune, semplicemente mozzafiato. Molto meno bello l’esercito di motociclisti della Domenica in sella a moto mangiariso, intenti a gareggiare con qualcosa o qualcuno… Probabilmente per molti è difficile credere che la propria BMW Cinese da 30mila € sia eclissata dalla scena una volta arrivato il contingente dei Lui sulla sommità dei passi…. Non è quindi impensabile che decine di persone, ad ogni sosta, ci abbiamo sommerso di domande riguardanti inostri curiosi “motorini”, portati in un terreno di caccia in alta quota assolutamente inconsueto per questo tipo di veicoli!

Lo spettacolo continua una volta raggiunto il passo Rolle, che stupisce per panorami e colori ad ogni curva, rendendo difficile tenere lo sguardo dritto oltre il manubrio. Senza dubbio il territorio perfetto per fare del sano Scooterismo! Senza contare le innumerevoli possibilità di affrontare nuovi passi ed itinerari ad ogni edizione del Dolomiti Lui Experience!

Vattene Sceriffo!

Nel frattempo, gruppetti di “Luisti” cominciano ad arrivare allo Sport Hotel San Vigilio a Moena, i primi stanno parlando dell’ultima giornata passata in sella, quando un pistolero della Polizia Municipale irrompe con un “I vostri motorini sono qui da 5 minuti e hanno già rotto i c******i”!

Sentendo questo, Bruno ci racconta che Moena è famoso per essere un paese per Vecchi in cerca di pace e serenità, con una mentalità molto chiusa… Di fatti è praticamente impossibile trovare un bar o un kebabbaro aperto dopo le 22!! 70 motorini rombanti hanno di certo turbato la quiete e hanno dato al nostro eroe diversi grattacapi in più rispetto alle solite mansione di attraversamento pedonale…

Al contrario, rispetto anche alle strutture frequentate nelle precedenti edizioni, lo staff dell’Albergo sono stati estremamente gentili, una volta superato lo shock iniziale con l’orda scooterista. Non sappiamo ancora il motivo ma i partecipanti sono sempre una miscela di personaggi degni di nota, molti dei quali provenienti dalla Toscana… Ad ogni sosta, aperitivo, cena e dopo cena non sono mancate gag al limite! A parte qualche bicchiere e sedia rotte, lo staff ha subito compreso la natura tutto sommato inoffensiva ma totalmente casinista degli scooterboys, accorgendosi a fine serata che non era mai stato consumato così tanto alcool nella storia dell’albergo in una singola serata!!

La tappa del Sabato si è snodata in mezzo alle montagne. L’idea del Dolomiti Experience Lui Tour 2022 è di percorrere un paio di passi al giorno, con soste ogni 50km presso bar, malghe, ristoranti tipici e, perchè no, birrifici. Per refrigerarsi è previsto un tagliando, incluso nell’iscrizione, senza dover tirare fuori una lira! A giudicare dai sorrisi, è stata una mossa molto gradita! Tanto che, molti, dopo il primo giro incluso, hanno scelto di farne MOLTI di più (pagando felicemente)! Il pranzo era previsto alla malga Gran Pian, nel mezzo di una riserva naturale, dove abbiamo parcheggiato gli scooter in un’apposita area custodita, godendoci quindi una passeggiata di un 1km nel bel mezzo del bosco! Per i più anziani era stata adibita una navetta per evitare sforzi immani con 35°!

Dove vai con la tuta da pista?!

Dopo il pranzo per la scooterata di rientro abbiamo avuto l’occasione di vedere lo spettacolo offerto da Micky di RLC, ingarellato contro biker in sella a missili con il doppio dei CV in tuta da pista!! Ad ogni curva tallonava da vicinissimo le moto, tirando la staccata, quindi sorpassando inesorabilmente in impennata lo sfortunato di turno grazie alla massiccia potenza del suo 2 tempi da 60CV! Tutto ripreso dalla sua Insta360°, perciò occhi puntati sui canali Casa Performance RLC perchè ne vedremo delle belle una volta completato il video!!

L’Ostrica Blu!

Tornati in albergo, lo staff aveva sapientemente riassortito il bar ed è venuto fuori della presenza di una Jacuzzi sul tetto della struttura… Riempita immediatamente da scooterboys sudaticci e dai loro drink… La ovvia assenza di bagnanti femminili ha dato un impronta più da Ostrica Blu che da Club Tropicana, che ha mantenuto l’essenza naturale della scena scooterista (:-))

E’ stato anche molto suggestivo vedere tutti i Lui parcheggiati davanti all’Hotel, aspetto che di certo non verrà dimenticato anche dai locali e dai turisti nei prossimi mesi. La serata è la replica esatta della precedente, con tanto di concerto beat con “i Mocassini”! Vi posso dire che alla fine anche lo staff dell’albergo al completo si è unito alla festa!! Sono sicuro che anche l’anno prossimo faremo base allo Sport Hotel San Vigilio!

Verso casa.

La giornata finale comincia con un vano tentativo di scattare una foto di gruppo dal 5° piano… La pazienza non sembra una virtù dei “Luisti”, visto che diversi “equipaggi” avevano già levato le tende! Ancora una volta, verso casa, attraversiamo un paio di passi spettacolari, sembra che nessuno voglia arrivare a destinazione al TV Scooter Garage e tutti si godono il panorama senza fretta! Con soli 100km da percorrere passiamo in sella veramente poco tempo e al nostro arrivo ci attende un rinfresco con i fiocchi con tanto di grigliata, bevute fresche e una postazione birra libera montata sul cassone del Lambro! Un’organizzazione eccelsa!!

Ogni anno sembra che l’ultima edizione sia la migliore, e invece la qualità continua a crescere, cosiccome il numero dei partecipanti! Se avete intenzione di comprare un Lui è l’ora di FARLO, perchè il Dolomiti Experience Lui Tour è da fare almeno una volta nella vita! FIDATEVI!

Testo: Dean Orton – Speedball Publishing

Foto: Mihaela Dicianu, Paolo Catani, Elio Grillo, Scott Muir, Marco Pesce, Bruno Pisa, Luca Bertolini, Gianluca Guerra, Filippo Artuso, Marco, Giuseppe Marcon, Michele Genzo, Skika.

 

  • mm

    Da quasi 20 anni "on the Road" tra Vespe & Lambrette. Una passione Infinita fatta di Km, mani sporche di grasso e goliardia; il tutto a ritmo di Northern Soul, Ska, Britpop & Punk! Anonima Scooterists & Green Onions SC

  • Show Comments (1)

  • Skoglio

    Confermo tutto ciò che è scritto in questo articolo ed avervi potuto accompagnare anche se per pochi km ed aver bevuto qualche birra con voi (dalla birreria Pedavena al passo croce d’aune e mi sono girato un po’ dopo la diga del ponte Oltra ) è stata un’emozione. Mitici

Your email address will not be published. Required fields are marked *

comment *

  • name *

  • email *

  • website *

You May Also Like

RACETIME! Pomposa 500!! 6 ore a tutta manetta!

RACETIME! Pomposa 500!! 6 ore a tutta manetta! Come sapete, lo scorso weekend (20-21 ...

Calendario S.I.R. 2020

Calendario S.I.R. 2020 Come ogni anno, a Novembre, si tiene l’annuale riunione per stilare ...